Possibilità e criticità del lavoro integrato nel Materno- Infantile

Possibilità e criticità del lavoro integrato nel Materno- Infantile

Possibilità e criticità del lavoro integrato nel Materno- Infantile

Il seminario ha previsto lezioni magistrali e interventi in tavole rotonde qui riportati secondo l’ordine temporale di presentazione.

Lectures:

- “La S.I.P.Ped. e il lavoro integrato nel materno-infantile, verso le nuove emergenze sociali”

Giovanna Perricone, Presidente Società Italiana di Psicologia Pediatrica, professore associato di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione e di Psicologia pediatrica, Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione, Scuola di Scienze Umane e Patrimonio Culturale, Università degli Studi di Palermo; delegato del Rettore alla presidenza del comitato di gestione del Ce.S.I.P.P.U.O. (Centro Sperimentale Interistituzionale Pediatrico Polivalente Universitario Ospedaliero) in collaborazione con l'azienda ospedaliera Ospedali Riuniti "Villa Sofia - Cervello" di Palermo, ricoprendo anche  il ruolo di coordinatore scientifico della sperimentazione.

- “Una visione personalizzata della cura”

Gian Paolo Donzelli, Presidente Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, professore ordinario di Pediatria, Direttore Cattedra di Medicina Neonatale e Pediatria Preventiva e coordinatore Centro Interdisciplinare di Medicina Perinatale A.O.U. Meyer e A.O.U. Careggi; docente di Neonatologia, di Pediatria Clinica e Pediatria Preventiva e Sociale, di Pediatria Generale, di Clinica Pediatrica e di Neuroscienze Perinatali, Università degli Studi di Firenze. Membro della Società Italiana di Pediatria e di Neonatologia al cui interno coordina il gruppo di studio della “Care”, della Società Europea di Pediatria, della Società Americana di Pediatria, della Società Europea di Medicina Perinatale e del CLAM; Presidente Scientifico della SIDS – International Society.

- “Possibili modelli di formazione per lo psicologo pediatrico”

Michael Clark Roberts, già Presidente della 54° Divisione dell’American Psychological Association - APA – “Società di Psicologia Pediatrica” e della 37° Divisione – “Società delle Politiche sociali per il bambino e la famiglia”; Professore di Psicologia Clinica dello sviluppo, Dipartimento di Scienze Comportamentali Applicate – Dipartimento di Psicologia, Università del Kansas di cui è anche Direttore; Presidente della Commissione Americana di Psicologia Clinica dello sviluppo e dell’adolescenza.

Tavola Rotonda “Modelli di lavoro integrato nel materno infantile”:

- “Il lavoro integrato in Neonatologia e Follow Up”

Fabio Lunetta, dirigente medico di I Livello, U.O.C. Terapia Intensiva Neonatale (UTIN) e Neonatologia con annesso servizio di Trasporto Emergenza Neonatale (STEN), Dipartimento Materno – Infantile, Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello” di Palermo.

M. Regina Morales, socio fondatore S.I.P.Ped., psicologa senior U.O.C. Terapia Intensiva Neonatale (UTIN) e Neonatologia, progetto Ce.S.I.P.P.U.O’, Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello” di Palermo (progetto PSN 2011-2012); componente gruppo di lavoro in “Psicologia Pediatrica” – Ordine Psicologi Regione Siciliana, e psicologa reparti critici ASP di Caltanissetta – P.O. “V. Emanuele” di Gela (Rianimazione, Pronto Soccorso, Oncologia, Talassemia, Pediatria e Neonatologia, Ostetricia).

- “Il lavoro integrato in Diagnosi Prenatale e in Ostetricia”

Gianfranca Damiani, dirigente medico, Responsabile U.O. di Diagnosi Prenatale, U.O.C. Ostetricia e Ginecologia, Dipartimento Materno – Infantile, Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello” di Palermo

Susanna Marotta, socio fondatore S.I.P.Ped., psicologa senior U.O. di Diagnosi Prenatale, U.O.C. Ostetricia e Ginecologia, Dipartimento Materno – Infantile, Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello” di Palermo, progetto Ce.S.I.P.P.U.O’, (progetto PSN 2011-2013), consigliere Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana e didatta Istituto di Gestalt H.C.C. Italia.

Tavola Rotonda “Modelli di lavoro integrato in area pediatrica” :

- “Coordinare un modello integrato in oncoematologia pediatrica”

Paolo D’Angelo, Direttore U.O.C. Oncoematologia pediatrica, Ospedale dei Bambini G. Di Cristina, A.R.N.A.S. Ospedale Civico di Palermo; membro del Comitato Scientifico del Protocollo di Studio e di trattamento dei tumori a cellule germinali dell’età pediatrica e del Comitato Strategico di Studio del Associazione Italiana di Ematologia ed Oncologia Pediatrica (AIEOP) per il neuroblastoma, per i tumori renali e per i sarcomi ossei, già consigliere AIEOP.

- “L’attenzione al neglect in area pediatrica ”

Concetta Polizzi, socio fondatore e componente Consiglio direttivo della S.I.P.Ped. con la carica di segretario; ricercatore di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione, Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione, Scuola di Scienze Umane e Patrimonio Culturale, Università degli Studi di Palermo; coordinatore territoriale delle attività del Ce.S.I.P.P.U.O. (Centro Sperimentale Interistituzionale Pediatrico Polivalente Universitario Ospedaliero) in collaborazione con l'azienda ospedaliera Ospedali Riuniti "Villa Sofia - Cervello" di Palermo. Coordinatore gruppo di lavoro in “Psicologia pediatrica” Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana

- “Il lavoro integrato nel Pronto Soccorso Pediatrico ”

Antonio Carollo, socio fondatore e componente Consiglio direttivo della S.I.P.Ped. con la carica di tesoriere; psicologo senior U.O. di Pronto Soccorso Pediatrico, Dipartimento Materno – Infantile, Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello” di Palermo, progetto Ce.S.I.P.P.U.O’, (progetto PSN 2011-2013); didatta presso Scuola di Specializzazione ALETEIA di Enna, componente gruppo di lavoro in “Psicologia Pediatrica” – Ordine Psicologi Regione Siciliana.

 

Di seguito il video del convegno.


Login Soci
Attenzione! Il tuo browser NON accetta i cookie. Contattare l'assistenza
I NOSTRI SOCIAL
Diventa socio